Al lettore

 

A poco più di due anni dall’avvistamento di una strana luce su Palermo, siamo in condizioni, finalmente, di fare il punto su un’indagine che ha veramente messo a dura prova la nostra pazienza, la nostra tenacia e la nostra caparbietà.

I due anni sono stati necessari in prima battuta a causa di una certa ritrosia dei testimoni che non ne avevano parlato che con pochi intimi, spostando da ottobre 2003 a marzo 2004 la data del nostro primo incontro e poi per tutta una serie di controlli incrociati, per le analisi sul filmato, per raccogliere la testimonianza, ed infine per capire veramente se il posto dove presumibilmente si trovava la luce, potente in verità, potesse consentire la messa in opera dell’attrezzatura necessaria per crearla, la luce.

In effetti il tempo è volato, senza accorgersene, mentre altre indagini incombevano e ci obbligavano a cogliere l’attimo per recuperare altre testimonianze relative ad altri casi, prima che i vari testimoni, sempre restii e timorosi ci ripensassero e dessero forfait, impedendoci di reperire altre informazioni che potessero migliorare il quadro informativo nella nostra regione.

Ma, comunque, alla fine ce l’abbiamo fatta e presentiamo le risultanze di questo nostro lavoro che stavolta occupa abbondantemente tutto il bollettino, anzi, ha richiesto un supplemento di pagine.

Il Presidente

Salvatrice Migliaccio

back